Intervista a Marco Margiotta: next step Sercom 2023 Skip to main content

Il 2022 è stato per Sercom un anno di ripartenze, di corse, di obiettivi raggiunti, di vittorie ma anche di attese, di formazione, crescita e consolidamento! Abbiamo chiaro da dove siamo partiti e dove vogliamo arrivare, senza mai perdere di vista i KPI fissati.

Arrivati ormai al termine di questo anno così frenetico ci sembrava corretto fermarci e riflettere su tutto ciò che fino a qui, grazie ai nostri partner e ai nostri clienti, siamo riusciti a costruire! Ecco perché abbiamo deciso di lasciare la parola al Sales & Marketing Director di Sercom, Marco Margiotta, per condividere con voi i nostri traguardi e le nostre prossime mosse!

Il bilancio per il 2022 di Sercom!

Il 2022 è l’anno che rimarrà nella mente di molte aziende come il punto di partenza o, meglio, di ripartenza verso una nuova corsa. È stato così anche per Sercom? L’azienda come ha vissuto il periodo post-pandemico?

Sercom ha dovuto fare i conti con la situazione pandemica già da Marzo 2020, il Mercato in cui lavoravamo si era bloccato completamente, non c’erano Fiere ed Eventi e le possibilità di contatto con le altre persone era ridotto al minimo. In questa situazione di difficoltà abbiamo deciso di creare nuovi scenari e di pianificare azioni diverse per adeguarci al presente e per preparare un futuro diverso.

Tutto è partito da un presupposto alquanto chiaro: pur non potendo fare Fiere ed Eventi o incontrare persone, tutte le Aziende hanno bisogno di fare nuovi clienti, di mantenere quelli esistenti, di sapere cosa pensa il mercato e di amplificare la percezione del brand sia all’esterno ma anche all’interno dell’Azienda.

Questa nuova mentalità e visione di business ci ha consentito di cambiare la nostra value proposition e la go to market; in questo modo siamo diventati molto più aderenti alle esigenze delle realtà italiane e internazionali. Ora siamo cresciuti, ci siamo evoluti e siamo pronti a cavalcare i futuri cambiamenti che si prospetteranno.

Sercom: pioniera nel settore del marketing promozionale

Sercom è stata pioniera del “Neurogadget”, quando ancora il Neuromarketing era poco o per nulla applicato a settori più pratici e fisici, come quello del Gadget; ha saputo unire la potenza del fisico con l’innovazione del digital attraverso la progettazione di meccaniche phygital; ha intrapreso la strada degli NFT, o NFG (Non Fungible Gadget). La volontà di Sercom di cavalcare l’onda del mercato è tangibile, ma perché credete nel cambiamento?

Il cambiamento è inevitabile, la differenza sta nel fatto che tu puoi decidere di cambiare oppure se sei costretto a farlo. Nel primo caso governi tu la situazione nel secondo caso la subisci; se la governi puoi costruire percorsi che tengano in considerazione da dove parti e dove vuoi andare , se la subisci invece devi fare in fretta e guardare solo la fine creando tensioni, attriti e, molte volte, fallimenti. Potrei soffermarmi intere giornate sul perché sia necessario cavalcare la curva del cambiamento.

Le novità di Sercom sono molteplici e non tardano mai ad arrivare; così come servizi innovativi per dare sempre più supporto alle aziende nelle loro strategie di marketing. Quali altri assi nella manica si hanno in serbo?

In realtà il vero asso nella manica di Sercom è l’attenzione alle persone che incontra: sono loro che ci chiedono di risolvere problemi che prima non avevano oppure di fare cose che prima non si pensavano nemmeno. Da parte nostra abbiamo la voglia e la curiosità di capire cosa succede e cercare di soddisfare le esigenze di un mercato che è sempre più affamato di aiuto piuttosto che di soluzioni innovative.

Sercom per la sostenibilità

Ormai la sostenibilità è all’ordine del giorno e, con ogni probabilità, è diventata un argomento abusato da molto azienda. Sercom in che modo ha intenzione di differenziarsi e di perseguire gli obiettivi fissati dall’Agenda ONU 2030? Su quali di questi si è deciso di porre un focus?

Sercom ha avuto in questi anni un’attenzione massima alla sostenibilità, si è resa conto dell’importanza di spingere su determinati goals per il benessere dell’Azienda stessa e di tutti gli stakeholders che gli ruotano attorno. Usciremo nel 2023 con il nostro bilancio di sostenibilità, questo è già di per sé un evento e un elemento differenziante sia per le nostre dimensioni sia per il settore in cui operiamo. Per quanto riguarda i goal dell’agenda ONU 2030 ce ne sono alcuni a noi cari sui quali abbiamo già raggiunto degli ottimi livelli ma non voglio anticipare quello che vedrete scritto nel documento.

Next Step – Verso il 2023

A conclusione dell’anno qual è il bilancio che si può avanzare circa gli sviluppi passati e i traguardi raggiunti da Sercom? E cosa si prevede per il 2023?

Sercom ha cambiato visione, organizzazione e metodo di lavoro. Adesso è pronta per accelerare nel suo percorso di sviluppo sia dimensionale (chiuderemo il 2022 con un +35% rispetto al 2021), sia erogazione di nuovi supporti ai clienti per aiutarli nelle loro esigenze. Vedere questa evoluzione in così breve tempo non può che soddisfare sia chi ne è stato artefice sia chi ne è stato parte attiva.

Per il 2023 abbiamo già le idee chiare, in Sercom evolviamo velocemente ma il percorso è molto chiaro e definito da tempo… ve ne faremo vedere delle belle!